01 I segreti delle Tombe - Storia di un Infelice

marzo 07, 2021 - 47 visualizzazioni

01 I Segreti delle Tombe

Storia Di Un Infelice

Vi siete mai chiesti cosa sia la felicità? si dice che sia contagiosa, che influenzi il modo di affrontare vita e che abbia una componente genetica, ma a volte può succedere che sia proprio la componente genetica a portare infelicità come nel caso del “mio” infelice. Il suo nome non lo sapremo mai, di lui non esiste nessuna foto, nei registri non cè traccia, nessuna data di nascita, nessuna data di morte ma sono sicura che questa storia lascerà un segno dentro ognuno di noi, e chissà magari ogni tanto penserete a lui. Questa è la storia di un infelice nato alla fine dell’ ottocento da una facoltosa famiglia romagnola, figlio di una nobildonna nubile e di un contadino inconsapevolmente uniti da un legame di parentela, nacque con gravissime malformazioni fisiche e visse i suoi primi anni di vita nascosto in un istituto di Bologna, alla morte del nonno, la madre lo volle vicino a se e si trasferirono in una villa in provincia di Ravenna, fino ad allora residenza estiva della famiglia, li fu allestita un’ala ( la torre della villa) interamente dedicata a lui e visse costantemente accudito da infermieri e da una cerchia ristretta di persone al servizio della famiglia. l’infelice passava le sue giornate dentro la torre a volte rinchiuso in una grande gabbia perché troppo aggressivo, nelle giornate estive di sole veniva portato a passeggiare nei giardini della villa, protetti da grandi lamiere nere, nessuno sguardo doveva penetrare all’interno, spesso la notte si sentivano i suoi lamenti agghiaccianti echeggiare nella valle. Quando morì i primi del 900 aveva circa 25 anni ma come accadde per la sua nascita, nessuno doveva sapere, lo scandalo per la famiglia sarebbe stato troppo grande. Il giorno della sepoltura venne affittato l’intero cimitero per un giorno, dall’alba al tramonto (pagando una cifra esorbitante) perfino il loculo venne registrato a nome dei custodi della villa e non a nome della famiglia di appartenenza, nessuno doveva vedere, nessuno doveva sapere. Nessun nome, nessuna data di nascita o di morte…solo un epitaffio scritto da Giosuè Carducci in persona su richiesta della madre, per suscitare pietà e curiosità nei confronti di un ragazzo che visse la sua terribile vita costretto all’anonimato, questo fu l’ultimo regalo di una madre che amó questo figlio nell’ unico modo che le fu concesso...di nascosto. Ma se il “mio”infelice visse nell’anonimato in vita così non fu nella morte, oggi tutti quelli che passano davanti alla sua tomba si fermano commossi e gli lasciano un fiore, uno sguardo tenero e un leggero sorriso. L’ultima casa del “mio” infelice ( forse la più felice di tutte) si trova a Faenza al cimitero dell’osservanza ed è situata nel chiostro denominato Badia, se vivete da quelle parti, o passate da li andate a trovarlo affinchè sia un po meno infelice. La felicità è quasi sempre uguale, ma l’infelicità…l’infelicità può avere infinite variazioni e questa è una delle tante. (Ricordate di mettere un fiore nelle tombe abbandonate❤️)

Grazie al Pittore Spiritista Giuliano Piancastelli per avermi permesso di raccontare questa storia.

-------------------------------------- AP Web Radio & Social TV ... una radio/Tv dinamica e frizzante nata per essere la vostra voce, la vostra radio! Come seguirci: Facebook alla pagina: https://www.facebook.com/APWEBRADIO Facebook alla pagina delle dirette: https://www.facebook.com/APWEBRADIO/live Youtube: https://www.youtube.com/channel/UC3FMKpBaS8zOXB_Z-SGtyPw?view_as=subscriber dove potrete trovare tutta la nostra programmazione passata. La nostra app gratuita apwebradio loghetto bianco e rosso attualmente disponibile solo per i sistemi android sul Playstore di google... Link per il Download https://play.google.com/store/apps/details?id=com.icreo.apwebradio&hl=it Per coloro che sono fedeli ai sistemi iOS, invece possono seguire le nostre avventure dal sito www.apwebradio.it Redazione: Mobile: +39 377 9993064 solo dalle 9:00 alle 12:00 Fisso: +39 0924.527760 solo dalle 9:00 alle 12:00 Paolo Di Bella: +39 339 8249046 - inviare un messaggio per essere ricontattati. Siti: www.apwebradio.it Le nostre E-mail: Redazione AP Web Radio: redazioneapwebradio@gmail.com Alcamo Promozioni: alcamopromozioni@gmail.com AP La vostra Radio: aplavostraradio@gmail.com Info generiche: apinfo@gmail.com

Commenti(0)

Log in to comment