Giovanna Lucido

novembre 16, 2020 - 31 visualizzazioni

Sono Giovanna Lucido e sono nata a Trapani il 23 agosto 1984, la mia grande passione sono i cimiteri e l’ho sempre saputo.

Molti troveranno strana questa mia passione perché nell’immaginario comune i cimiteri rappresentano la fine della vita, ma credere che la morte sia la fine della vita è come credere che l’orizzonte sia la fine del mare.

I cimiteri vengono visti come luoghi di sofferenza, per me sono templi sacri della memoria e dove gli altri vedono dolore io vedo arte, cultura, storia, ricordi e pezzi di vita.

Oggi gli epitaffi sono quasi tutti uguali, non ci si rende conto che queste parole prestampate tolgono personalità e non raccontano nulla del defunto e di chi era, ma avete mai visto le lapidi antiche e letto gli epitaffi incisi sopra?

Con poche parole riescono a trasmettere una grandissima quantità di informazioni.

È stata la mia curiosità per queste parole a spingermi oltre, ho cominciato a fare ricerche su una tomba che mi aveva colpito e da li non mi sono più fermata, mi sono resa conto che la mia passione per i cimiteri era cambiata in qualcosa di nuovo.

Qualche mia amica sostiene che io sia una "Guardiana dei Ricordi", è vero? Non lo so! Ma di una cosa sono sicura: il mio compito in questa vita è dare voce a chi una voce non ce l’ha più.

Ricordate di mettere un fiore nelle tombe abbandonate…

Giovanna Lucido

Commenti(0)

Log in to comment